venerdì 8 aprile 2016

processori PC

Processori PC - la velocità

Le operazioni della CPU sono temporizzate  da un cronometro (clock)  la cui frequenza viene misurata in milioni di cicli al secondo (megahertz-MHz)

socket e slot
Il microprocessore  è installato su uno speciale zoccolo saldato sulla scheda madre detto socket
La tecnologia  del socket non era proprietà di un'azienda in particolare e quindi ogni produttore era libero di creare propri microprocessori  compatibili con ogni tipo di socket
tutto questo durò  fino a che Intel decise di realizzare una particolare CPU che non alloggiasse  in un socket normale  ma in qualche tipo di connettore di cui Intel fosse esclusiva proprietaria dei brevetti 
Questo tipo di connettore dal nome Slot 1 , è stato  presentato nell'autunno del 1997 
I processori da innestare nello Slot 1  hanno l'aspetto di una cartuccia sigillata  nella quale è racchiusa la CPU, che è saldata  su una scheda con la cache RAM  di secondo livello  cioè la parte della memoria RAM

Le prime  CPU di un microprocessore  lavoravano a una frequenza di 4,77 MHz
In seguito in corrispondenza con l'evoluzione dei microprocessori  la frequenza di clock  è salita rapidamente

Nella scelta del microprocessore è bene considerare l'utilizzo che si intende fare del computer le frequenze che vanno dai 333 ai 450 MHz  sono più che sufficienti  per realizzare i comuni programmi di automazione d'ufficio e dilettarsi saltuariamente  con qualche videogioco
Frequenze più elevate  risultano più convenienti se si vogliono utilizzare programmi di grafica video giochi di ultima generazione  film applicazioni montaggio di video

Per permettere ad un microprocessore di raggiungere frequenze elevate si è impiegata la tecnica  chiamata clock doubling ovvero raddoppio del clock
Ogni volta che  si aumentava la velocità della CPU  infatti si doveva garantire che anche gli altri  componenti elettronici  fossero all'altezza  di prestazioni maggiori 
La soluzione a questo problema è stata la divisione  della frequenza in due  una frequenza più elelvata che da il ritmo alle operazioni della CPU  e una frequenza interna più bassa  a cui viaggiano le informazioni  sul bus di sistema

Nessun commento:

Posta un commento