martedì 10 maggio 2016

digitalizzazione

digitalizzazione

la digitalizzazione è il processo di conversione che applicato  alla misurazione di un fenomeno fisico ne determina il passaggio dal campo dei valori continui a quello dei valori discreti 
tale processo  viene sintetizzato nei termini di passaggio dall'analogico al digitale
in informatica  con digitalizzazione si intende  il processo di trasformazione di un'immagine  di un suono di un documento in formato digitale interpretabile da un computer  dove per formato digitale si intende  un codice binario  in cui tutto è rappresentato da combinazioni  di zero e uno 
esempio è una canzone su vinile che rappresenta il digitale e la stessa canzone riprodotta tramite computer ne rappresenta il formato digitale


parametri fondamentali

il suono è un segnale continuo  per essere memorizzato deve essere campionato ottenendo così un segnale digitale  i parametri che caratterizzano il campionamento sono
numero di canali
risoluzione
frequenza di campionamento

esistono due modi di ripartizione dei canali audio  mono oppure stereo
la modalità mono  ha un solo canale mentre quella stereo ne ha due separati  ovviamente il canale stereo occupa in termini di spazio  il doppio di un segnale mono

la risoluzione rappresenta il numero di bit utilizzati per rappresentare i campioni solitamente 8 o 16 bit per campione  nel primo caso si hanno 256 valori possibili relativamente pochi nel secondo si hanno circa 65000 valori

la frequenza di campionamento è il numero di campioni  al secondo  può variare da 11 kHz adatta alla registrazione  della voce a 22 kHz adatta alla registrazione  di un nastro fino a 44 kHz per una registrazione  a qualità cd

immagini fisse

un'immagine digitale è un insieme ordinato di numeri interi ottenuti dalla scansione di un'immagine analogica  utilizzando lo scanner  o tramite utilizzo di fotocamere digitali  che producono  direttamente l'immagine

ogni numero dell'insieme ordinato rappresenta l'intensità luminosa media  di un'areola corrispondente nell'immagine sorgente detta pixel

l'insieme ordinato di campioni assume l'aspetto di una matrice o tabella numerica composta da righe e colonne  ogni elemento di tabella è localizzato tramite il suo numero di riga e di colonna supponendo che il primo pixel in altro a sinistra costituisca l'origine

immagini in movimento

un video o filmato è costituito da una serie di immagini chiamate fotogrammi che si susseguono in rapida sequenza

I-frames fotogrammi di tipo I  chiamati  anche intra-frames  o key frames vengono codificati utilizzando  le informazione contenute nel fotogramma stesso non contengono nessun riferimento  o informazione sui fotogrammi adiacenti e sono compressi identicamente ad un'immagine singola (es. jpeg)  essi vengono inseriti in genere quando c'è un repentino cambiamento tra due immagini successive

P-frames vengono codificati  usando informazioni acquisite in base al fotogramma precedente utilizzando le somiglianze tra fotogrammi successivi sono più piccoli degli I-frames  partendo dalla considerazione che per ogni secondo di video si susseguono 25 fotogrammi  risulta molto efficiente memorizzare non i singoli fotogrammi in modo indipendente ma esclusivamente le minime differenze tra loro

B-Frames  con questo tipo di fotogrammi la ricerca del moto è effettuata sia sul fotogramma precedente sia su quello successivo alternando l'ordine con cui i fotogrammi  vengono archiviati all'interno del file video compresso  del fotogramma corrente con quello successivo

il concetto di bitrate
il bit-rate (velocità dei bit)  è la quantità di bit che vengono trasmessi in ogni secondo e viene misurata in bit al secondo  più è alto il bitrate più è alta la qualità di ogni fotogramma

per quanto riguarda la compressione di un video funziona come con l'immagine  moltiplicata  per il numero dei fotogrammi  che si susseguono

sabato 7 maggio 2016

computer remoto

computer remoto

connessione desktop remoto consente di connettersi  a un computer che esegue Windows da un altro computer che esegue Windows  connesso alla stessa rete o a internet
è esempio possibile  utilizzare tutti i programmi i file  e le risorse di rete de computer dell'ufficio dal computer di casa esattamente come se si stesse lavorando  al computer dell'ufficio

per connettersi ad un computer remoto è necessario che tale computer sia acceso  che disponga di una connessione di rete che il desktop  remoto sia abilitato  e che si disponga dell'accesso  in rete al computer remoto ad esempio tramite internet e dell'autorizzazione a connettersi
per disporre dell'autorizzazione alla connessione è necessario essere inclusi  nell'elenco utenti 
prima  di avviare una connessione è consigliabile cercare il nome del computer con cui verrà stabilita la connessione verificare che le connessione desktop remoto siano consentite da firewall

se l'account utente non richiede una password  per l'accesso sarà necessario  aggiungete una password prima di poter avviare una connessione ad un computer remoto

per abilitare le connessioni remote sul computer su quale si desidera connettersi

1)  per aprire Sistema fare clic sul pulsante stare fare clic con il pulsante destro del computer e quindi selezionare proprietà
2)fare clic su impostazioni di connessione remota  qualora venisse richiesto fornire la password amministratore o una conferma
3) in desktop remoto selezionare una delle tre opzioni
non consentire connessioni al computer
contenti connessioni dai computer che eseguono qualsiasi versione di desktop remoto(meno sicuro)
consenti  connessioni solo dai computer che eseguono desktop remoto con autenticazione a livello di rete ( più sicuro)

4) fare clic su seleziona utenti

se si è amministratore del computer l'account utente corrente verrà automaticamente aggiunto  all'elenco degli utenti remoti  e sarà possibile  ignorare i due passaggi successivi

5)  nella finestra di dialogo utenti desktop remoto  fare  clic su aggiungi
6) nella finestra di dialogo  seleziona utenti o gruppi eseguire le operazioni seguenti
per specificare il percorso  di ricerca fare clic su percorsi  e quindi selezionare il percorso desiderato
in immettere i nomi degli oggetti da selezionare digitare il nome utente che si desidera aggiungere  quindi fare click su ok

venerdì 6 maggio 2016

copyright on line

copyright on line

il software come tutti i prodotti  dell'intelletto umano è soggetto al diritto d'autore ciò significa che solo chi lo ha prodotto può decidere quale uso farne

quando si acquista un software in realtà si acquista una licenza d'uso dello stesso ciò significa che  il software diventa nostro  non possiamo solo utilizzarlo nei modi previsti da contratto di licenza

non possiamo rivenderlo  darlo in uso o fare una copia di un software acquistato in ufficio per utilizzarlo per esempio a casa  salvo sia previsto  dalla licenza
è consentito solo fare copie di riserva  purché non vengano date ad altre persone
se il mancato rispetto delle regole comporta un arricchimento indebito   le conseguenze sono di natura penale

particolari licenze

shareware
il cliente può utilizzare  gratuitamente il programma per un periodo prefissato 

freeware
il programma può essere utilizzato senza limitazione di tempo  ma non può esser modificato  venduto ad altri

public domain
il programma non ha nessun vincolo se non quello di non poter essere venduto

sicurezza dei dati

sicurezza dei dati


le sicurezza riguarda 2 aspetti

evitare le perdite accidentali  (cancellazione dati rottura dell'hard disk virus)
evitare che i dati privati  finiscano in mani non autorizzate

per far pronte al primo problema bisogna

salvare frequentemente i dati sull'hard disk mentre si lavora su un documento 
infatti i dati su cui si sta lavorando sono memorizzati sulla RAM e questa memoria perde le informazioni  se viene a mancare la corrente  pertanto tutti i dati non salvati sull'hard disk verrebbero persi

per limitare  il problema è opportuno utilizzare un gruppo di continuità  che garantisce autonomia in caso di mancanza di corrente

effettuare copie di backup  dei documenti su data catridge CD ROM  o dischetti

analizzare costantemente  l'hard disk con un antivirus così da individuare  ed eliminare i virus

per quanto riguarda la conservazione  dei dischetti, CD ROM

etichettarli  in modo da sapere sempre contengono
riporli in un luogo sicuro
proteggerli da scritture accidentali
evitare di esporli a polvere  e fonti di calore
per dischi e nastri magnetici evitare di esporli a campi magnetici

per far fronte al secondo problema
sistemare computer e archivi magnetici in posti sicuri
realizzare sistemi  di controllo degli accessi ai dati e ai computer suddividendo gli utenti in grupppi di diversi livelli di autorizzazione
prevedere codici  e password per  usare il computer
crittografare i dati riservati